Le lesioni da sforzo ripetuto 

Le lesioni o danni da sforzo ripetuto (LSR) sono quelle lesioni causate dall’uso, o meglio dall’abuso, di un determinato movimento che comporta uno sforzo muscolo-articolare ripetitivo. In pratica quei movimenti che si fanno ripetutamente quando si lavora.

Comportano un danno a carico dei muscoli, dei tendini e dei nervi. Interessa più comunemente le mani, i polsi, i gomiti, le braccia, le spalle, la parte posteriore
della colonna o il collo.

A differenza degli sforzi che portano a distorsioni che derivano in genere da un singolo trauma, questo tipo di lesioni si sviluppa lentamente nel tempo.

Le cause

Una delle cause di cui più si parla ultimamente è l’uso del computer, intendendo l’abuso del mouse e della tastiera, che impone ripetizioni continue a chi li usa ore e ore ogni giorno.

Ma sono davvero molte le attività a rischio. Si va dal lavoro a maglia, al suonare uno strumento musicale, ma anche l’afferrare e il sollevare pesi. Il pericolo maggiore è che, se le lesioni si lasciano progredire, potrebbe svilupparsi in un’inabilità permanente.

Fattori di rischio

La ripetitività: la ripetizione di piccoli ed identici gesti come le migliaia di veloci battiture sulla tastiera del computer o quello di innescare e di trascinare continuamente il mouse, concentrato per lunghe ore.

La posizione statica: tenere una stessa posizione che sia particolarmente scomoda e poco confortevole per un periodo di tempo lungo.

Una stazione di lavoro installata non correttamente: la stazione di lavoro ove è posto il computer (tavolo, sedia) che non può essere sistemata in posizione corretta e confortevole o altre attività similari.

La forza impiegata: usare una forza eccessiva per battere le dita sulla tastiera, che spesso è sempre più sottile e ristretta.

Il tempo insufficiente di riposo o relax: mantenere un’intensa attività con poche pause
non permette al corpo di recuperare.

Sintomi

Dolore e rigidità muscolare, formicolii, intorpidimento, perdita di forza e di movimento. Il dolore nella zona colpita si sente maggiormente quando si sta dormendo.

Mai ignorarlo

Generalmente parte gradualmente e peggiora quando siamo a lavoro, ma può diventare un dolore costante e debilitante. È utile riposarsi e fare molte pause mentre si lavora, quando è possibile.

Usa entrambe le mani

Quando si parla ad esempio di usare la tastiera, la cosa migliore è utilizzare entrambe le mani. Fondamentale quindi imparare la corretta dattilografia.

Alzati

Un altro sistema per cercare di evitare questa situazione è quello di alzarsi dalla propria postazione di lavoro e muovere le spalle e il collo per cercare di allontanare la tensione. Approfittatene, quando potete, per fare una piccola passeggiata o le scale.

Prega

Non stiamo dicendo che dovete rivolgervi a entità superiori, ma dovete fare stretching. La posizione migliore è proprio quella della preghiera. Appoggiate i palmi delle mani l’uno contro l’altro e spingete una volta sulla mano destra e poi su quella sinistra.

Attenti al polso

Bisogna tenere il polso il più dritto possibile quando si eseguono i lavori.

Related Post

Read More
Read More
Read More
Read More
Farmacia in Linea